Brioscine palermitane

Soffici e amatissime, le brioscine palermitane si trovano in ogni panificio del capoluogo siciliano. Sono strepitose e molto versatili dal momento che si possono farcire in versione salata o dolce come la famosa briosciato col gelato. Scopriamo la ricetta
brioscine palermitane
PreparazioneCotturaDifficoltà
20 minuti20 minutiFacile

Oltre alle famosissime brioche col tuppo, a casa mia vanno sempre a ruba le brioscine palermitane.

Si tratta di morbidissime brioscine che a Palermo si trovano in tutti i panifici. Sono davvero deliziose e si possono consumare sia con un ripieno dolce sia salato!

Sono perfette anche da proporre durante delle feste compleanno dei più piccoli farcendole con del prosciutto, ma sono ottime anche in versione dolce con della Nutella oppure in estate farcite con del gelato, la famosissima brioscia col gelato o meglio anche briosciato cu gelatu.

Comunque la vogliate proporre è sempre un successone tra i grandi ma anche tra i più piccoli. Scopriamo insieme la ricetta passo dopo passo.

Ingredienti

  • 500 g di farina 00
  • 20 g di burro
  • 20 g di strutto
  • 10 g di sale
  • 225 ml di acqua
  • 60 g di zucchero
  • 10 g di lievito di birra fresco
  • 1 uovo

Ingredienti per spennellare

  • 1 tuorlo
  • 1 cucchiaio di latte

Come preparare le brioscine palermitane

1. La prima cosa da fare è sciogliere il lievito di birra fresco nell’acqua a temperatura ambiente. Mescolate con un cucchiaino così da ottenere un composto omogeneo.

2. Spostatevi all’intenso di una ciotola ed aggiungete la farina 00 e successivamente lo zucchero semolato.

3. Aggiungete ora il composto di acqua e lievito che avete preparato poco prima.

4. A questo punto potete aggiungere anche il burro. In sostituzione potete utilizzare dello strutto così da usare solo questo ingredienti come parte più grassa dell’impasto.

preparazione dell'impasto
Preparazione dell’impasto

5. – 6. A questo punto aggiungete anche lo strutto e successivamente un uovo a temperatura ambiente.

7. Iniziate ora ad amalgamare tutti gli ingredienti all’interno della ciotola impastando con le mani. Piano piano inizierà a formarsi un panetto per cui potete aggiungere anche il sale, continuando a lavorare all’interno della ciotola così da incorporarlo perfettamente.

8. Potete ora spostarvi sul piano di lavoro leggermente infarinato e continuare ad impastare fino a quando avrete ottenuto un panetto ben elastico, morbido e non più appiccicoso.

impasto pronto
Impasto pronto

9. L’impasto così formato andrà adagiato all’interno di una ciotola. Coprite con pellicola trasparente e fate lievitare per 2 ore in forno spento ma con luce accesa. L’impasto dovrà raddoppiare il suo volume iniziale.

10. Terminata la lievitazione riprendete l’impasto, spostatelo sul piano di lavoro leggermente infarinato ed allungatelo velocemente. Utilizzando un tarocco realizzate dei tocchetti da 100 g ciascuno.

11. Ogni tocchetto così ricavato andrà lavorato sul piano di lavoro portando i lembi esterni verso l’interno. Fate quindi roteare così da formare una pallina. Procederete allo stesso modo con tutti i tocchetti realizzati.

12. Le brioscine così formate andranno disposte su una teglia foderata con carta da forno dove le farete lievitare per circa 20 minuti.

formazione delle brioscine palermitane
Formazione delle brioscine

13. Terminata la seconda lievitazione le brioscine avranno raddoppiato il loro volume iniziale per cui non vi resta che spennellarle con dell’uovo sbattuto con un cucchiaio circa di latte.

14. Le brioscine sono ora pronte per essere cotte in forno preriscaldato statico a 180°C per circa 20 minuti o fino a quando saranno ben dorate in superficie. A quel punto le brioscine andranno sfornate, lasciate da parte a freddare ed a quel punto potranno essere consumate.

brioscine pronte per la cottura
Brioscine pronte per la cottura

Brioscine palermitane Bimby

Preparare le brioscine palermitane con il Bimby in modo facile e veloce. Dovrete aggiungere dapprima l’acqua ed il lievito all’interno del boccale e far andare per 2 minuti a 37°C Velocità 2.

Sciolto il lievito potete aggiungere tutti gli altri ingredienti e lavorare con Funzione Spiga per 3 minuti. Otterrete in questo modo un composto ben elastico, che dovrete ridurre in una palla e mettere quindi a lievitare come da ricetta. Procederete poi alla formazione e dalla cottura delle brioscine come si fa nella ricetta tradizionale.

Brioscine palermitane: come farcirle

Come detto prima, le brioscine palermitane si possono proporre in tanti modi diversi. Potrete, infatti, farcirle sia in versione salata sia in versione dolce.

In versione salata saranno un’ottima idea per dei buffet o per accompagnare degli aperitivi. Le potete farcire in questo caso con prosciutto cotto o crudo ma anche con altri affettati a vostra scelta. Potete associare, se lo volete, anche un formaggio spalmabili o della maionese.

Per la versione dolce potete davvero sbizzarrirvi. Potete, ad esempio, farcire con della Nutella o della crema al pistacchio ma anche con della marmellata. Sarà sempre un’ottima idea.

brioscia con gelato

Brioscia cu gelatu

Ogni siciliano, e non, conosce la briosche col gelato, o come si dice in Sicilia “a brioscia cu gelatu”. Questa morbidissima brioscina da panificio viene, infatti, farcita con abbondante gelato artigianale ed è un vero must in estate. Un altro modo di farcire questa deliziosa brioche, soprattutto nelle giornate più calde dell’estate.

I veri amanti del gelato, però, non riescono a farne a meno neanche nelle altre stagioni dell’anno. In Sicilia si trova tutto l’anno, infatti.

Brioscine con gocce di cioccolato

Un’altra variante tipica di queste brioscine è quella con gocce di cioccolato.

In questo caso dovrete aggiungere delle gocce di cioccolato all’impasto quando avrete già formato un panetto. Dovrete lavorare fino a quando avrete inglobato le gocce all’impasto. Procederete poi alla lievitazione quindi alla formazione della brioscine.

∽  I CONSIGLI DI FLO ∽

Se preferite utilizzare il burro potete usare 40 g complessivi di burro, mentre se gradite di più lo strutto potete usare 40 g di strutto su 500 g di farina. Io ho preferito utilizzare un mix di questi due ingredienti per ottenere morbidezza ma anche un gusto più particolare. La versione tipica da panificio, però, spesso viene realizzata solo con strutto.

Le brioscine palermitane si conservano per un paio di giorni al massimo chiuse all’interno di un contenitore o di un sacchetto per alimenti. Se dovessero indurirsi potete scaldarle per qualche secondo al microonde così da farle tornare ben soffici come quando le avete sfornate.

brioscine